Forza Italia, Berlusconi smentisce nomina coordinatore unico dopo polemiche

L'ex premier e leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, durante una manifestazione di partito. REUTERS/Yara Nardi (Reuters)

ROMA (Reuters) - Silvio Berlusconi ha smentito oggi l'intenzione di nominare un coordinatore unico di Forza Italia, dopo le polemiche seguite all'ipotesi che l'ex premier volesse puntare sull'attuale direttore del Tg4 Giovanni Toti. "Non c'è mai stata alcuna intenzione di procedere alla nomina di un Coordinatore Unico di Forza Italia, figura peraltro non prevista dallo Statuto del nostro Movimento", ha scritto Berlusconi in una nota. Il Cavaliere ha però sottolineato: "Non dobbiamo... avere timore di aprire le porte del nostro Movimento alle risorse nuove che si affacciano, e che vogliono dare il loro contributo al nostro rilancio in un momento di grande trasformazione della politica italiana". Secondo alcuni media Toti - considerato da alcuni un potenziale anti-Renzi per la sua età, 45 anni - potrebbe ricoprire però l'incarico di portavoce unico del partito, rinato sulle ceneri del Pdl. "Le nostre vittorie del futuro, come quelle del passato, risiederanno proprio nella capacità di Forza Italia di rimanere un movimento aperto, determinato a riportare il centrodestra al governo del Paese", ha detto ancora Berlusconi. Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia