Forza Nuova, Fiore dal carcere: "Movimento non si scioglie, attacchi ingiusti e liberticidi"

·1 minuto per la lettura

"Forza Nuova non si scioglie e va avanti. Si continuerà a lottare per la difesa del Movimento in questo momento di attacchi ingiusti e liberticidi. Tutte le iniziative che gli aderenti prenderanno dovranno essere marcate da un alto senso di responsabilità, dal rifiuto della violenza e dalla volontà di affermare verità e libertà. Il Nostro sacrificio nelle celle di Poggioreale va inteso come voto per un’Italia libera e Cristiana". E' il messaggio, scritto a mano e in stampatello, che il leader di Forza Nuova Roberto Fiore lancia attraverso l'Adnkronos ai militanti del movimento.

Detenuto nel carcere di Poggioreale insieme a Giuliano Castellino e Salvatore Lubrano per gli scontri in piazza a Roma del 9 ottobre scorso, è in condizioni di salute precarie come hanno più volte ribadito i suoi avvocati, Carlo Taormina e Nicola Trisciuoglio, che annunciano: "Il 27 novembre si procederà all’ispezione dei locali della sede sindacale della Cgil nella forma delle indagini difensive e per la prossima settimana è stata preventivata la richiesta di incidente probatorio per raccogliere le nuove prove necessarie alla scarcerazione di Fiore, previo incontro con il Gip Annalisa Marzano, prima della presentazione della relativa istanza".

(di Silvia Mancinelli)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli