Forze dell'ordine schierate per il voto del Colle, è allerta alta per i 'no vax'

·1 minuto per la lettura

AGI - Proseguono i controlli delle forze dell'ordine in zona centro, a Roma, dove questo pomeriggio sono in programma le votazioni per il presidente della Repubblica. Intensificata, già da domenica, la presenza di polizia, carabinieri e militari della guardia di finanza nel quadrilatero di strade intorno a Montecitorio.

Il dispositivo servirà a garantire l'esercizio in assoluta sicurezza del diritto di voto dei grandi elettori - 1.009, tra deputati, senatori e delegati dei Consigli regionali - che si ritroveranno oggi in Parlamento. L'allerta è altissima quest'anno a causa della pandemia da Covid-19 che ha esasperato gli animi: sono tanti infatti i politici minacciati e sotto scorta a causa dei 'no vax'.

Per questo la Questura di Roma ha previsto un ulteriore rafforzamento della vigilanza, a partire dal pomeriggio di domenica scorsa dei palazzi istituzionali: Montecitorio, Palazzo Chigi, il Senato e il Quirinale. Circa 800 agenti dedicati esclusivamente alla vigilanza statica per le elezioni presidenziali, nell'arco della giornata, con compiti di presidio ed ordine pubblico, ma anche di vigilanza dinamica.

Sono previsti dei transennamenti nelle aree principali e un servizio d'ordine specifico anche tra via dell'impresa e via dei Prefetti. Prevista anche la bonifica del sottosuolo e i controlli ai accessi con apposite pattuglie oltre ai reparti inquadrati. Presenti anche gli artificieri e le unità cinofile. Saranno inoltre gli elicotteri a controllare dall'alto eventuali criticità. In campo, ovviamente, anche gli uomini della Digos.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli