In foto con il volto dipinto di nero, Trudeau si scusa

webinfo@adnkronos.com

Il premier canadese, Justin Trudeau, si scusa per una foto che lo ritrae con il volto dipinto di nero durante una festa in costume risalente al 2001 e pubblicata da Time. "Ho indossato il costume di Aladino e mi sono truccato - ha detto Trudeau, citato dall'emittente Cbc -. Non avrei dovuto farlo, sono veramente e profondamente dispiaciuto. E' qualcosa che all'epoca non pensavo potesse essere razzista, ma adesso lo capisco".  

La foto mostra l'allora 29enne Trudeau con in testa un turbante ed il volto, il collo e le mani interamente dipinti di nero in occasione del gala "Arabian Nights". L'immagine si trova nell'annuario di una scuola privata di Vancouver dove il futuro premier allora insegnava. Il primo ministro, già in difficoltà per un caso di conflitto di interessi, ha quindi assicurato che "continuerà a lavorare per combattere l'intollerenza e la discriminazione, anche se io ho fatto un errore in passato".