Foto osè moglie per la separazione, denunciato per "revenge porn" -2-

gci

Roma, 2 nov. (askanews) - Quindi per dimostrare il caos mantenuto in casa dalla moglie, Mario ritiene opportuno depositare in Tribunale un cd contenente foto in cui la Giulia si ritrae in pose sessualmente esplicite (tra l'altro inviate a Mario su sua richiesta) e nei quali si intravedrebbe sullo sfondo il disordine presente in casa. Ovviamente, quando l'avvocato di Giulia ha preso visione degli atti depositati dalla controparte ha avuto un sussulto che l'ha indotto immediatamente ad informare la donna: istantanea la decisione di sporgere querela presso i carabinieri di Chieti per il nuovo articolo n. 612 ter del codice penale che vieta qualsiasi diffusione di immagini sessualmente esplicite senza il consenso dell'interessato, il cosiddetto "revenge porn".

Sarà la Procura di Chieti, alla quale Mario è stato denunciato, a decidere se il deposito presso l'Autorità Giudiziaria integri la fattispecie, ma nel frattempo Giulia ha chiesto la cancellazione dei file dal fascicolo.