1 / 10

Berlusconi

Berlusconi
Dopo circa quindi anni di governo, il 12 novembre si è dimesso dalla carica di Presidente del Consiglio, e sulla stampa estera si è parlato subito della “fine di un’epoca” e l’inizio di un’era in cui il paese “ricomincia a sperare”. La conta dei deputati che rinunciavano a dargli la fiducia era cominciata mesi prima, dal periodo del Rubygate in avanti, e la maggioranza si era via via affievolita, fino al “passo di lato” del premier richiesto anche dall’alleato di sempre, Umberto Bossi. Poi le dimissioni.

Guarda l'infografica sull'anno di Berlusconi

I Dimissionari

Quando l’anno finisce si tende a celebrare chi passa a miglior vita o chi ottiene qualche memorabile successo. Ma come in tutto le cose ci sono anche le mezze stagioni, i mezzi successi e i mezzi fallimenti, i piccoli cambiamenti, che in politica non sono le grandi sconfitte elettorali ma le dimissioni. Presidenti che non presiedono più, piccoli dittatori deposti silenziosamente e senza l’uso delle armi, governanti che non hanno più il consenso del Parlamento. Ecco i dimissionari più significativi del 2011.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità