3 / 10

Zapatero

Zapatero
L’eroe del socialismo europeo, che ha ispirato per anni la sinistra italiana, si è dimenticato dell’economia. Il primo ministro spagnolo, ha rassegnato le dimissioni a fine luglio. Josè Luis Zapatero lascia alla Spagna una disoccupazione superiore al 20%. Il Paese che avrebbe dovuto superare l'Italia in termini di ricchezza pro-capite è sull’orlo della bancarotta. Di lui si ricorderanno le battaglie riuscite per favorire per i diritti civili, ma la sua lentezza riguardo alla crisi economica mondiale lo ha schiacciato.

I Dimissionari

Quando l’anno finisce si tende a celebrare chi passa a miglior vita o chi ottiene qualche memorabile successo. Ma come in tutto le cose ci sono anche le mezze stagioni, i mezzi successi e i mezzi fallimenti, i piccoli cambiamenti, che in politica non sono le grandi sconfitte elettorali ma le dimissioni. Presidenti che non presiedono più, piccoli dittatori deposti silenziosamente e senza l’uso delle armi, governanti che non hanno più il consenso del Parlamento. Ecco i dimissionari più significativi del 2011.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità