Fotoreporter italiano picchiato a Londra: "Erano in tanti, mi hanno rotto il naso"

webinfo@adnkronos.com

di Giselda Curzi 

"Erano tanti, ho cercato di scappare ma non ci sono riuscito e mi hanno rotto il naso". Lo dice all'Adnkronos Corrado Amitrano, il fotoreporter napoletano picchiato da un gruppo di manifestanti a Londra. "E' stato un attacco vile diretto ai media, a coloro che stavano lavorando per documentare quanto sta accadendo per le strade di Londra - continua Amitrano - c'erano altri ragazzi, giornalisti e fotoreporter, ho cercato di aiutarne uno che era caduto e proprio in quel momento mi hanno preso a calci e pugni e mi hanno rotto il naso. E poi ho protetto la macchina fotografica". 

"Sono finito in ospedale, accompagnato anche dalla polizia - prosegue il racconto Amitrano - mi hanno messo dei punti. Io volevo tornare in piazza a fare il mio lavoro, ma i colleghi e medici mi hanno fermato".