Foucher, partenza 'forte' per il 2022 di DS, bene integrazione in polo premium Stellantis

·3 minuto per la lettura

(Adnkronos) - "Ds ha avuto un ottimo inizio di anno, nei primi tre mesi la crescita è stata del 20%, in un mercato in discesa ma se avessimo abbastanza prodotto potremmo raddoppiare questi risultati: il nostro portafoglio ordini è più del doppio dello scorso anno grazie anche all'ottima accoglienza avuta dalla nuova DS4, come abbiamo visto anche in Italia" dove il modello ha già raccolto 1500 ordini. Lo sottolinea all'Adnkronos Béatrice Foucher, dal 2020 alla guida del brand francese che ha guidato la crescita di Psa verso il mercato premium e che ora è inserito nel gruppo di marchi 'top' di Stellantis, assieme a Lancia e Alfa. La manager francese non vede peraltro difficoltà nell'interazione i due marchi italiani 'alti' ereditati da Fca: "Prima della nascita di Stellantis il nostro era il solo marchio premium del gruppo Psa, oggi ci sono anche Lancia e Alfa, ma ci siamo organizzati per lavorare insieme e collaboriamo per raggiungere risultati come gruppo premium: il fatto di essere in tre da' più peso" anche al singolo brand "ed è una grande opportunità per tutti i marchi".

"Ognuno - ricorda - ha una propria identità, una propria rete e una propria strategia di prezzi e di definizione dei prodotti, ma lavorando in gruppo ci sono elementi di tecnologia in comune che sarebbero estrememante costosi da sviluppare in proprio e che comunque non definiscono la singola marca". DS - spiega la responsabile del brand - ha una forte connotazione geografica: "Al momento vende l'80% delle sue vetture in Europa, e crescerà in America Latina e Africa e Medioriente" mentre è escluso lo sbarco negli Usa. "Quanto alla Cina - osserva - "è un mercato straordinario, sul quale DS non perde denaro, e quindi siamo intenzionati a restarci". Nel 2020 la fabbrica Psa di Shenzhen fu venduta al gruppo Baoneng, ma oggi - spiega la manager francese - "compriamo le DS9 prodotte in Cina e le rivendiamo, con un utile su ogni vettura".

Tornando alle vendite, condizionate dalla mancanza di prodotto, la Foucher ribadisce la volontà di non 'forzare la mano' al mercato: "Al momento il mio obiettivo è tutelare le consegne ai clienti e quindi consegnare tutti gli ordini ricevuti nel 2022 prima del quarto trimestre, se possibile". E se la guerra in Ucraina aggiunge incertezze al settore, "la carenza dei microprocessori - riconosce - resterà una questione complicata per tutto il 2022, anche se il gruppo Stellantis sta gestendo questa problematica correttamente, lavorando con i suoi fornitori".

Chip a parte, la sfida è al momento quella di affrontare l'elettrificazione del marchio DS nel quadro del piano 'Dare Forward' che attribuisce un compito speciale al gruppo premium che entro il 2030 dovrebbe quadruplicare i suoi ricavi e moltiplicare per cinque i suoi profitti. L'accelerazione - anche per DS, che presenterà solo modelli elettrici dal 2025 - è notevole: "Dieci anni fa non avrei creduto che oggi ogni marchio avrebbe avuto una propria gamma elettrica - riconosce la Foucher - Avrei detto che era prematuro: ma questo settore è cambiato molto rapidamente".

Il brand francese ha il vantaggio di una gamma E-Tense già affermata ma da anni è impegnata nel campionato di Formula E (dove al momento Jean-Éric Vergne guida la classifica piloti, dopo la tappa romana, mentre la Ds Techeetah è terza fra la scuderie) perché - spiega la manager - "vogliamo sottolineare la nostra credibilità sulla tecnologia 'elettrica', oltre che sul riconosciuto confort delle nostre vetture".

Peraltro, aggiunge, "c'è un legame diretto fra le performance che si raggiungono in pista con una vettura di Formula E e le auto di tutti i giorni, e cioè l'attenzione alla gestione intelligente dell'energia: vivere con una auto elettrica nella vita di tutti i giorni significa sapere gestire questa energia" con la possibilità di risparmiare (e magari vincere in pista) utilizzando "un elemento fondamentale che è il nostro stile di guida", in grado di fare la differenza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli