Fra Udinese e Dacia una partnership sempre più 'green'

·2 minuto per la lettura

Un approccio 'green' accomuna il presente e il futuro dell'Udinese calcio e del suo ormai 'storico' partner Dacia, che dopo dieci anni di rapporto positivo a settembre 2020 ha annunciato altri tre anni di collaborazione. Nello stadio della squadra friulana è stata infatti presentata la nuova maglia Away, che sarà indossata nel corso della prossima stagione 2021/2022, realizzata in Eco-Softlock, il cui filato viene prodotto con poliestere 100% riciclato da Pet. Sulla nuova maglia dell’Udinese arriva anche il nuovo Logo Dacia che è l’elemento al centro della nuova identità visuale e che sarà presente sulle vetture a partire dal secondo semestre 2022.

Per Dacia è l'occasione anche per ricordare le prestazioni ed i risultati raggiunti in questa prima parte dell’anno grazie a best-seller collaudati come la Nuova Sandero, il Duster e la 100% elettrica Nuova Spring. Tutti modelli che hanno portato a un'evoluzione dell'idea di Dacia presso il cliente europeo da marchio low cost a brand 'best buy' grazie alla migliore combinazione fra la qualità Renault e il listino più interessante sul mercato.

I primi sei mesi del 2021 hanno confermato per la Sandero (che può contare sulla nuova piattaforma CMF-B, la stessa di Nuova Clio e Nuovo Captur) i benefici del salto generazionale compiuto con la nuova generazione: oltre 20.000 gli ordini raccolti di cui ben il 70% è composto dalla Stepway, la versione crossover: inoltre il modello risulta ad oggi leader nel mercato GPL con oltre 11.000 immatricolazioni ed una quota di mercato del 19%.

Quanto alla crossover Spring, la prima vettura del marchio 100% elettrica, ha raccolto oltre 4.000 ordini in meno di 4 mesi grazie anche a un'autonomia fino a 305km in città, la possibilità di ricaricare l’80% in 1 ora con colonnina in corrente continua a 30 kw, un look cool e unlistino che parte da 9.460 euro con incentivi.

La Nuova Dacia Spring può considerarsi l’anello di congiunzione tra la nuova gamma dei veicoli Dacia e la Dacia Arena. Nel corso della stagione sportiva 2019/2020, infatti, Udinese calcio ha lanciato l’ambizioso progetto "stadio CO2 free", con l’obiettivo di rendere quello del team friulano uno stadio sempre più green e sostenibile. Lo stadio è, infatti, alimentato con forniture di energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili certificate e gas a impatto ambientale zero. Grazie alle forniture green, sono state evitate oltre 1.500 tonnellate di CO2.

Se "Dacia cambia marcia e diventa più moderna" come ha sottolineato Francesco Fontana Giusti, Direttore Comunicazione e Immagine del Gruppo Renault, per il Vice Presidente di Udinese Calcio Stefano Campoccia quello con la casa automobilistica è un rapporto che "va oltre una partnership standard" visto che sono condivisi "valori forti ed iniziative, come quella di oggi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli