Frana nello Spezzino, Giampedrone: al lavoro per riaprire strada

Ska

Roma, 21 nov. (askanews) - "Non lasceremo il Comune scoperto, in caso di bisogno copriremo le spese come Regione Liguria con fondi di Protezione Civile. Lavoriamo per riaprire la strada nel minor tempo possibile considerando le condizioni della frana e del meteo". Così l'assessore regionale alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone durante il sopralluogo di questa mattina nella frazione di Pavareto, nel comune di Carro nello Spezzino, interessata da un'importante frana: un masso roccioso di grandi dimensioni si è staccato dal versante domenica, bloccando la strada comunale Carro-Pavareto a 500 metri dal centro abitato. Tre famiglie, una decina di persone sono al momento isolate dal punto di vista carrabile. È stata già predisposta una strada alternativa per le emergenze.

"Oggi con ogni probabilità verrà decretato il riconoscimento dello stato di emergenza per la Liguria, per gli eventi delle ultime settimane, da parte del Governo in cui ricomprenderemo le somme urgenze precedenti e cercheremo di inserire anche questo intervento - precisa l'assessore - nello specifico si tratta di sminuzzare, rimuovere il materiale precipitato, fare rotolare sull'asse stradale quanto di instabile c'è ancora sul versante, compresi gli arbusti e poi sgomberare il tratto. Si deve però anche lavorare in sicurezza in vista della nuova allerta, per cui non sappiamo dire con certezza quando la situazione rientrerà.

Per un intervento strutturato aspettiamo che il tempo migliori, così che i tecnici possano operare in tranquillità".

Durante il sopralluogo l'assessore, accompagnato dal sindaco Antonio Solari, ha incontrato anche alcuni dei residenti isolati, sincerandosi delle loro condizioni sanitarie e assicurando un intervento in caso di necessità.