Francesca Donato e l'addio al Carroccio: "Non condivido le scelte"

·1 minuto per la lettura
Francesca Donato lascia la Lega
Francesca Donato lascia la Lega

L’eurodeputata della Lega Francesca Donato lascia il Carroccio: dopo averlo preannunciato ai colleghi, l’esponente politica ha confermato la volontà di rimanere fuori da altre collocazioni partitiche per poter svolgere in maniera indipendente il suo ruolo “in difesa della minoranza degli italiani oggi etichettati come No vax“.

Francesca Donato lascia la Lega

Quella di dire addio al partito, ha spiegato, è stata una scelta lunga e sofferta e derivata dalla prevalenza della linea dei presidenti di Regione e dei ministri, capeggiati da Giorgetti, a favore delle scelte del governo Draghi. Salvini, ha spiegato, ha cercato di dare forza a quanti, come lei, hanno ritenuto sproporzionate e inadeguate le scelte sul green pass, ma all’interno della segreteria “pare che sia finito in minoranza.

Non trovandosi più a suo agio e credendo nella libertà individuale e nel principio di autodeterminazione delle scelte sulla salute, ha dunque scelto di abbandonare la Lega. Pur non accettando per lei l’appellativo di No vax, la donna non ha infatti mai mancato di mettere in dubbio l’efficacia dei vaccini e di schierarsi contro l’obbligo di fatto introdotto con il green pass.

Francesca Donato lascia la Lega: “Valori calpestati”

Sul suo blog, ha rimarcato come la sua scelta sia maturata dopo mesi in cui i valori in cui crede fermamente, quelli dell’uguaglianza, della libertà individuale e della dignità umana, sono stati sempre più calpestati dai provvedimenti presi dal governo Draghi di cui la Lega fa parte. Diversamente da alcune previsioni leghiste, non pare che Francesca Donato approderà al gruppo di Fratelli d’Italia preferendo per ora rimanere indipendente e fuori dalle logiche partitiche.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli