Franceschini ai giovani talenti musicali: "Meritate stessa mobilitazione per vittorie Sport"

·1 minuto per la lettura

"Il Paese si mobilita giustamente per le vittorie sportive ma non abbastanza per dei risultati incredibili e straordinari sul piano culturale, come quelli raggiunti da questi ragazzi". E' quanto lamenta il ministro della Cultura, Dario Franceschini, ricevendo al Collegio Romano, assieme alla direttrice di Rai Cultura, Silvia Calandrelli, i giovani talenti musicali italiani vincitori di concorsi internazionali: il violinista Giuseppe Gibboni primo 'Premio Paganini' di Genova 2021, Alexander Gadjiev secondo 'Premio Chopin' di Varsavia 2021, Leonora Armellini quinto 'Premio Chopin' di Varsavia 2021, Giovanni Bertolazzi secondo 'Premio Listz' di Budapest, nonché il Maestro Ottavio Dantone, direttore musicale dell'orchestra Accademia Bizantina di Ravenna, seconda migliore al mondo ai 'Gramophone Award' 2021.

Per il titolare del Mic, "è giusto che il Paese riconosca la capacità e il merito di questi giovani talenti italiani, che si sono distinti in competizioni musicali internazionali. Bisogna invertire questa tendenza, perché ognuno di loro rappresenta anche le centinaia di giovani che non vincono i premi ma studiano tantissimo, si impegnano tutti i giorni passando la loro vita a suonare, provare, nei conservatori italiani, avendo scelto un percorso difficile che richiede talento ma anche grande sacrificio".

Per Franceschini, "la giornata di oggi deve essere la prima di una lunga serie di occasioni in cui il talento e il lavoro artistico, capace di vincere i più importanti concorsi di musica classica al mondo, venga riconosciuto pubblicamente dalle istituzioni del proprio Paese. L’Italia non ha solo un passato glorioso pieno di maestri ed artisti famosi, ma ha un presente importante in cui dei giovani talenti e professionalità continuano ad affermarsi e farsi apprezzare in giro per mondo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli