Franceschini apre il G20 Cultura: nuova stagione multilateralismo

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 29 lug. (askanews) - "La tutela del patrimonio culturale, la transizione tecnologica e digitale, le industrie culturali e creative sono tutte sfide che definiscono il nostro tempo. Sfide che possono essere affrontate solo attraverso una nuova stagione di multilateralismo e di cooperazione fra i popoli". Lo ha detto il ministro della Cultura Dario Franceschini, inaugurando il G20 Cultura a Roma con il presidente del Consiglio Mario Draghi.

"Un impegno globale per promuovere più cultura, più educazione, più sapere. L'Italia - ha aggiunto Franceschini - crede fortemente nella diplomazia culturale quale ponte tra popoli e nazioni. Non solo tra i Paesi più vicini ed allineati. Ma anche tra i Paesi più distanti che, anche nei momenti di difficoltà, devono sempre trovare e tenere aperto uno spazio di dialogo. E' nostra convinzione che quello spazio lo possano trovare nella cultura. Perché ben prima dell'azione di governo, la cultura parla ai popoli. Le emozioni che le Arti ci regalano hanno il potere di consegnare all'umanità intera il senso di un destino comune. E' un concetto in cui crediamo fortemente. Per questo durante l'Expo Universale di Milano invitammo nel 2015 i ministri della Cultura di tutto il mondo e nel 2017 ospitammo a Firenze il primo G7 cultura della storia".

"Per il G20 riuscire a costruire assieme un'agenda comune fattiva e innovativa è una sfida ancora più grande e tutti noi l'abbiamo raccolta con entusiasmo. Perché sappiamo che la cultura ha il potere di unire il mondo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli