Franceschini: per le capitali della cultura sarà come gli Oscar

Pat

Parma, 12 gen. (askanews) - "Sono convinto che a breve" per la competizione di Capitale italiana della cultura sarà come per gli Oscar e "arriveremo alle città che si fregeranno del titolo di candidata finalista". Ne è convinto il ministro per i Beni e le attività culturali, Dario Franceschini, nel suo saluto alla cerimonia di inaugurazione di Parma Capitale Italiana della Cultura, al Teatro Regio.

Per il titolo di Capitale italiana della cultura 2021 "la procedura è già avviata - ha spiegato Franceschini -, hanno fatto domanda 44 città, grandi e piccole, capoluoghi e borghi, e ogni anno si registra una qualità crescente della programmazione. Non si premia la città più bella ma quella mette in campo un progetto più coinvolgente, più aperto, più innovativo e più trasversale rispetto alle varie potenzialità del proprio territorio".

"E' una competizione crescente - ha aggiunto il ministro durante la cerimonia alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella - che farà diventare in un tempo molto breve anche il titolo di finalista. Arriveremo vicini a quello che avviene per gli Oscar, dove essere candidati all'Oscar è già un grande titolo. Arriveremo alle città che si fregeranno del titolo di candidata finalista della Capitale della cultura".