Il trionfo di Francesco Bagnaia nel Gran Premio di Misano

Filippo MONTEFORTE / AFP

AGI - Francesco Bagnaia cala il poker e trionfa anche nel Gran Premio di Misano, prendendosi la sesta vittoria stagionale e quarta consecutiva. Alle spalle del pilota Ducati ufficiale, al termine di un testa a testa entusiasmante, si piazza il futuro compagno di squadra Enea Bastianini (Ducati Gresini), che va a completare una splendida doppietta azzurra sul circuito casalingo.

Completa il podio lo spagnolo Maverick Vinales in sella alla sua Aprilia, quarto invece un ottimo Luca Marini. Quinto posto per il leader del mondiale Fabio Quartararo, che però ora vede accorciare Bagnaia a -30 punti, con l'italiano che scavalca Aleix Espargaro (sesto) al secondo posto nella graduatoria generale.

Bagnaia parte a fionda e guadagna subito due posizioni, mettendosi immediatamente a caccia di Bastianini e Miller, con l'australiano che cade nel corso del secondo giro rovinando il suo weekend. ‘Pecco' è scatenato e si prende la testa della corsa attaccando Bastianini, superato anche da Vinales e insidiato da Marini, che completa il pacchetto dei quattro in lotta per il podio.

Leggermente più staccato e più in difficoltà il leader del mondiale Quartararo, mentre Aleix Espargaro gira in sesta posizione senza dar mai la sensazione di avere ritmo. Davanti continua la lotta serratissima tra Bagnaia e Vinales, lo spagnolo però dal 20° giro molla la presa e Bastianini ne approfitta per riprendersi il secondo posto e mettersi all'inseguimento del futuro compagno di squadra. Gli ultimi giri sono da fiato sospeso, ‘Bestia' ci prova fino alla fine guidando al limite, ma ‘Pecco' si difende d'autorità e si mette in tasca un altro successo pesantissimo.