Francesco Chierchia è mancato a 65 anni per Covid

·1 minuto per la lettura
Covid
Covid

I contagi di Coronavirus continuano a salire, nonostante siano stati presi diversi provvedimenti per cercare di contenere la diffusione di questo virus. I medici sono sempre in prima linea in questa battaglia e stanno facendo il possibile per riuscire a curare tutti i pazienti colpiti dal Covid. Alcuni medici, purtroppo, vengono contagiati. A Castellammare di Stabia ha perso la vita un altro medico.

Medico muore per Covid

Un altro medico ha perso la vita a causa del Coronavirus. Si chiamava Francesco Chierchia, aveva 65 anni, ed era un medico e dipendente dell’Asl Napoli 3 Sud. L’uomo è morto ieri, 2 Novembre 2020, a seguito dell’aggravarsi delle sue condizioni di salute. L’uomo era molto attivo nella lotta contro il Covid, soprattutto durante la prima fase della pandemia, durante la quale ha partecipato ad un gruppo di volontari per l’assistenza dei pazienti durante il lockdown.

Chierchia è morto alle prime ore dell’alba del 2 Novembre, dopo che le sue condizioni di salute si sono aggravate. Il risultato del tampone è arrivato solo dopo il suo decesso. Il medico era particolarmente attivo in questa lotta contro il Covid-19. Durante la prima ondata della pandemia, insieme ad altri volontari, è stato in prima linea per assistere le persone durante il lungo lockdown che l’Italia ha dovuto affrontare. Proprio come lui, ad Aprile, un altro medico di Castellammare di Stabia, Giovanni Tommasino, ha perso la vita dopo essere stato in tre ospedali diversi. Alla fine ha avuto una forte crisi respiratoria ed è morto nel presidio ospedaliero di Scafati.