Francesco Facchinetti picchiato da Conor McGregor: "Potevo morire". Ecco tutto quello che è successo

·4 minuto per la lettura

"Eravamo insieme, abbiamo parlato e ci siamo divertiti per due ore, poi dal nulla si è scagliato contro di me: sono vivo per miracolo, potevo morire". Così Francesco Facchinetti, ancora sotto shock, ha raccontato su Instagram quello che gli è accaduto a Roma, all'hotel St. Regis. Il lottatore irlanedese di MMA gli ha tirato un pugno e gli ha spaccato un labbro. A denunciare l'accaduto è anche la moglie di Facchinetti, Wilma Helena Faissol, che sui social racconta: "Dal nulla Conor McGregor ha tirato un pugno in faccia a Francesco. Poteva ucciderlo". Anche Benji era presente all'incidente e ha raccontato che McGregor ha fatto volare Facchinetti dall'altra parte della stanza, terrorizzando tutti. 

LEGGI ANCHE: "Conor McGregor ha preso a pugni Francesco", la denuncia della moglie di Facchinetti

Facchinetti: "Mi ha colpito all'improvviso. Confido nella legge italiana"
"Eravamo all'hotel St. Regis per conoscerlo, tutto andava bene fino a quando senza motivo mi ha tirato un pugno in faccia. Siamo alla follia, ci sono diversi testimoni che possono confermarlo. Non avrei mai pensato di vivere una cosa del genere", ha raccontato Francesco Facchinetti su Instagram, "pensate cosa poteva succedere, se sono qui a parlarvi ora è un miracolo. McGregor è altamente pericoloso, poteva tirare un pugno anche a mia moglie, abusare del proprio potere in questo modo è totalmente sbagliato e dannoso per la società".

GUARDA ANCHE IL VIDEO: La testimonianza shock di Benji

Quindi, Facchinetti ha chiesto aiuto all'hotel: "Sono curioso di vedere se l'albergo, che sicuramente avrà tutti i filmati dell'accaduto, avrà il coraggio di far vedere cosa ha fatto e come si è comportato il sig. McGregor nelle due ore in cui siamo stati insieme, compresa l'aggressione. Per fortuna, ci sono stati i suoi amici che lo hanno fermato perché lui sarebbe andato avanti a picchiarmi senza una ragione. Siccome è recidivo a comportamenti del genere, spero che questa sia la volta buona che la paghi. Confido nelle autorità e nella legge italiana".

LEGGI ANCHE: Il racconto shock di Francesco Facchinetti: "Picchiato senza motivo. McGregor è pericoloso"

Wilma Helena Faissol: "Tremo ancora come una foglia"
Scioccata la moglie di Facchinetti, Wilma Helena Faissol. McGregor, che è una stella delle Mma e nel 2021 è finito al primo posto della lista della rivista Forbes nella classifica degli atleti più pagati al mondo, è arrivato a Roma per fare battezzare in Vaticano uno dei suoi figli. "Dal nulla Conor McGregor ha tirato un pugno in faccia a Francesco", ha raccontato Wilma Helena Faissol, "per fortuna era molto vicino, quindi non ha avuto la distanza per caricare il pungo. Poteva ucciderlo, si è spaccato labbra e naso. Francesco è volato indietro, è caduto sul tavolo... sto tremando come un vitello". 

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Conor McGregor a passeggio per Roma: i fan impazziscono

La moglie di Facchinetti ha continuato: "Io non stavo capendo. La prima cosa che mi è venuta in mente è stata 'stanno scherzando, è un mini show'. Poi sono rimasta paralizzata perché tutte le guardie del corpo e gli amici di Conor lo tenevano contro il muro, lui voleva continuare a picchiare Francesco". Il racconto continua: "La guardia del corpo ci ha dato dei fazzoletti e ci ha cacciati via. Dall'hotel ci hanno fatti uscire dalla porta laterale. Io piangevo, tremavo. Abbiamo chiamato polizia e ambulanza. Abbiamo fatto la denuncia. E' una persona completamente instabile, pericolosa. Se lo vedete in giro state lontani, non vi avvicinate per chiedere autografi.  

LEGGI ANCHE: McGregor-Facchinetti, la testimonianza di Benji

Benji: "McGregor ha dato un pugno senza motivo a Francesco. Andrò in tribunale"
Al momento dell'incidente nell'hotel era presente anche Benjamin Mascolo, cioè Benji, che ha raccontato: "Conor McGregor ha dato un pugno senza motivo a Francesco Facchinetti, lo ha fatto volare dall'altra parte della stanza. Siamo arrivati verso l'1, ci hanno fatto aspettare in una sala riunioni. Conor è arrivato, per 2 ore abbiamo parlato con toni amichevoli. Verso le 3 con mia moglie abbiamo deciso di andar via, visto che avremmo dovuto rientrare a Milano in mattinata. Conor ha insistito perché rimanessimo, voleva continuare a far festa. Francesco a quel punto ha detto 'se volete andare, non c'è problema. Restiamo noi'. Improvvisamente, senza alcun motivo, McGregor ha colpito Francesco con un pugno vero: gli ha rotto il labbro, Francesco perdeva sangue. E' volato dall'altra parte della stanza, non so come abbia fatto a rimanere in piedi. Le guardie del corpo e gli amici hanno bloccato McGregor, erano 5-6. Noi, scortati da altre 2 guardie, siamo usciti da una porta laterale dell'hotel".

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Furto nella casa di Francesco Facchinetti

Benji ha continuato: "Sono sempre stato un suo fan, mi ha fatto avvicinare all'UFC, sono andato a vederlo a Las Vegas. Avevo una stima enorme per l'atleta, per la persona avevo altissime aspettative che sono andate distrutte. Questa persona poteva dare un pugno a me, a mia moglie, a mio fratello. E' stato scioccante, sono scandalizzato. Sono dalla parte di Francesco, gli ho detto che era suo dovere denunciare per evitare che una cosa del genere si ripeta. Se bisogna andare in tribunale, io andrò in tribunale".

LEGGI ANCHE: Facchinetti cena con Conor McGregor, lui lo colpisce senza motivo. La moglie: "Poteva morire"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli