Francesco Ferrari annuncia anche sui social che l'atto giudiziario amministrativo è redatto

Ricorso al Tar contro il rigassificatore di Piombino
Ricorso al Tar contro il rigassificatore di Piombino

Rigassificatore di Piombino, pronto il ricorso al Tar del Lazio del sindaco, con il primo cittadino Francesco Ferrari che annuncia anche sui social che l’atto giudizario amministrativo è stato redatto. Lo scopo, come noto nel contesto della crisi energetica dell’Italia e dello spot in Toscana, è bloccare la decisione di collocare il rigassificatore nel proprio porto, per il momento almeno con una sospensiva e poi con un giudizio di merito.

Rigassificatore di Piombino, pronto il ricorso

I media spiegano che l’incarico è stato affidato all’avvocato Michele Greco. Sarà lui, che insieme alla squadra di tecnici ha seguito il procedimento della Conferenza dei servizi di Piombino, a seguire l’iter con i giudici amministrativi. Ha dichiarato il sindaco Ferrari: “Coerentemente con quanto annunciato e con i grandi sforzi e la determinazione di tutta la città, la prossima settimana verrà depositato il ricorso”.

“Un lavoro impegnativo e complesso”

E ancora: “È un lavoro estremamente impegnativo e complesso che mette insieme tutte le numerose e forti motivazioni tecniche presentate dal Comune e che si fonda sulle evidenti violazioni di legge che hanno viziato il procedimento amministrativo. Siamo convinti che un soggetto terzo, la magistratura, saprà valutare adeguatamente e oggettivamente la vicenda”. E in chiosa: “La squadra che abbiamo scelto sta lavorando per individuare le migliori strategie processuali che ci porteranno in tempi più rapidi possibile a una positiva risoluzione del processo”.