Francesco Oppini in ansia per Tommaso Zorzi: "Lo vedo provato"

·2 minuto per la lettura
francesco oppini tommaso zorzi
francesco oppini tommaso zorzi

Francesco Oppini e Tommaso Zorzi si sono conosciuti nella Casa del Grande Fratello Vip e hanno stretto un’amicizia davvero bellissima. Dopo la fine del reality, infatti, hanno continuato a frequentarsi e confidarsi. Forse, è proprio per questo che il figlio di Alba Parietti ha ammesso di essere preoccupato per l’influencer milanese.

Francesco Oppini e Tommaso Zorzi

Se Francesco Oppini non fosse stato eterosessuale, lui e Tommaso Zorzi ci avrebbero regalato una storia d’amore degna di nota. Nonostante tutto, i due sono riusciti a costruire un’amicizia bellissima, che ha fatto sognare i telespettatori del GF Vip. A distanza di qualche mese dalla fine del reality, Francesco ha confessato di essere preoccupato per l’amico. Qual è il motivo?

Francesco Oppini preoccupato per Tommaso Zorzi

Intervistato dal settimanale Nuovo, Oppini ha ammesso di essere in ansia per Tommaso. Ha dichiarato:

“Lo vedo provato fisicamente, penso che dovrebbe trovare il coraggio di provare a dire qualche no. Avrebbe fatto bene a staccare almeno un mese, ma non ci è riuscito”.

Francesco è preoccupato per Zorzi perché, dopo la fine del GF Vip, è stato super impegnato e lo ha visto davvero stanco. A suo parere, Tommy dovrebbe trovare il coraggio per rifiutare alcune delle offerte di lavoro che gli vengono proposte.

Francesco Oppini e Tommaso Zorzi: le critiche

Oppini, come se non bastasse, ha sottolineato che Zorzi ha talento ed è un peccato vederlo relegato al ruolo di opinionista. Molto probabilmente, il figlio di Alba Parietti si riferisce all’Isola dei Famosi 2021, dove Tommaso è stato il braccio destro di Ilary Blasi insieme ad Elettra Lamborghini e Iva Zanicchi.

Le critiche di Francesco, ovviamente, non sono rivolte a Zorzi, ma a coloro che lo scegolono solo per un determinato ruolo. “Ha talento e lo vedrei meglio a condurre una trasmissione tutta sua piuttosto che a essere relegato nel ruolo di opinionista“, ha concluso Oppini.