Francesco Prode e Avos Project suonano all’Orto Botanico di Roma

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 lug. (askanews) - Penultimo doppio appuntamento di "Classica al Tramonto" 2021, il programma estivo dell'Istituzione universitaria dei concerti (Iuc) dell'Università La Sapienza di Roma, nella splendida cornice del Museo Orto Botanico di Roma, in programma Venerdì 23 luglio.

Alle ore 20.30 Francesco Prode, pianista con una grande passione per il contemporaneo, tenuto a battesimo nel 2005 da Karlheinz Stockhausen a Kuerten e musicista rivelazione della Biennale Musica di Venezia 2014, offre un'interpretazione del tutto personale di "... sofferte onde serene ..." per pianoforte e nastro magnetico di Luigi Nono, interpretazione che gli è valsa la definizione di "simbolo della nuova musica" da parte della critica internazionale. A completare il programma tre Preludi di Debussy e le Bagatelle op. 126 di Beethoven.

Tre autori che si potrebbero quasi definire di tre secoli diversi, ma uniti da un fil rouge: la chiara propensione alla rottura con il passato-presente e uno sguardo non sperimentale ma deciso verso il futuro.

Alle ore 21.30 Absolute Sostakovic, una serata interamente dedicata al grande compositore russo con i suoi 5 Pezzi per due violini e pianoforte e il Quintetto in sol minore op. 57 (1940). Ne sono interpreti Adriano Leonardo Scapicchi al pianoforte, Sofia Bandini al violino, Maddalena Fogacci Celi al violino, Matteo Introna alla viola e Lara Biancalana al violoncello, tutti giovani talenti della Scuola Internazionale di Musica Avos Project con cui la IUC rinnova una collaborazione iniziata l'anno scorso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli