Francesco Scianna: “La mia fortuna è il sostegno dei genitori”

francesco scianna

Dopo aver ospitato Vittoria Puccini, nello studio di Verissimo è arrivato anche Francesco Scianna, l’attore de Il Processo. Da bambino era molto timido e i genitori lo hanno spinto alla recitazione per aprire il suo carattere. Ancora oggi si dichiara chiuso e timoroso: quella di oggi è la sua prima intervista con Silvia Toffanin. L’equilibrio tra presente e passato lo ha reso un grande artista con una grande carica di emozioni da presentare sui set nei quali lavora. La sua fortuna, ha rivelato lui stesso, è stata il sostegno dei suoi genitori.

Francesco Scianna a Verissimo

Francesco Scianna è l’attore della nuova fiction “Il processo“: quella di oggi a Verissimo è la sua prima intervista in televisione. A 15 anni svolgeva lezioni private di recitazione a Roma: da lì ha capito che il cinema sarebbe stata la sua strada. Nonostante il carattere timido, con il tempo ha imparato a recitare. “La fortuna è che i miei genitori mi hanno sempre sostenuto, non sono mai stati un intralcio. Mio padre si è speso molto per me”. La svolta della sua vita è arrivata a 26 anni, ma l’ultimo grande successo è Il processo.

Nel film Francesco recita insieme a Vittoria Puccini e ricorda alcune aneddoti divertenti. “Per la prima volta durante le riprese de Il processo ho avuto sul set un’esplosione di rabbia – ha confessato l’attore -, perché non riuscivo a recitare una battuta. Ho addirittura scaraventato a terra la borsa del mio personaggio, che stava ricostruendo il torto subito dalla sua famiglia”. Nella serata di ieri, 29 novembre, è andata in onda la prima puntata.