Francesco Totti e Ilary Blasi si stanno scontrando in tribunale in questi giorni: al centro della contesa anche la scuola di calcio dello sportivo

francesco-totti
francesco-totti

Non che sia più un segreto, ma è chiaro che la separazione fra llary Blasi e Francesco Totti si porterà dietro per mesi diversi importanti trascichi. L’ultimo, ma soltanto in ordine di tempo, è legato alla scuola di calcio di proprietà di “Er Pupone” , che potrebbe ora rischiare lo sfratto (e la colpa sarebbe proprio dell’ex moglie dello sportivo).

La storia della scuola di calcio di Totti

Tra i numerosi beni oggetto della contesta fra i due ex coniugi c’è anche un centro sportivo situato in via di Castel Fusano che porta proprio il nome di Totti. La struttura è stata acquistata dalla famiglia nel 2003, ma oggi è quasi interamente di proprietà della conduttrice. In base alle informazioni apparse su Il Messaggero, Ilary Blasi è proprietaria del ristorante al 90%, mentre le restanti quote sarebbero del cugino di Totti e della sorella di Ilary.

Grazie al lavoro della famiglia Blasi, la struttura è stata rilanciata, con incassi raddoppiati nel giro di pochi anni. Se fra i due ex coniugi non si dovesse trovare un accordo congruo e soddisfacente, dunque, Totti potrebbe essere sfrattato dal posto che lui stesso ha contribuito a fondare e a far crescere.

Ilary Blasi e Totti si evitano: i due ex arrivano in tribunale in momenti distinti

Lo scorso 11 novembre, tra l’altro, si è tenuta a Roma la seconda udienza del processo che vedrà confrontarsi da qui ai prossimi mesi Francesco Totti e Ilary Blasi, impegnati in una dura battaglia legale post separazione. I due ormai ex coniugi dovranno infatti discutere a breve non soltanto dei dettagli relativi alla fine del loro matrimonio, compreso ovviamente il discorso relativo alla separazione dei beni e alla gestione dei loro tre figli, ma dovranno anche fare chiarezza su quanto accaduto rispettivamente all’ormai celebre caso delle borse e dei rolex che i due si sono rispettivamente intascati.

La coppia, a quanto pare, non è assolutamente in buoni rapporti, tutt’altro. Tale è l’astio reciproco che i due sono arrivati in tribunale in momenti diversi, anche per non dare la possibilità ai paparazzi di speculare su un momento così delicato.

Ad arrivare per prima è stata Ilary, a bordo di una BMW e con indosso un tailleur di colore scuro e un paio di occhiali da sole firmati funzionali a nascondere i suoi occhi e, di conseguenza, per non lasciar trasparire qualsivoglia emozione. Insieme a lei anche la sorella, Melory, che terminata l’udienza ha fatto salire Ilary Blasi in macchina e l’ha riportata a casa. Francesco Totti invece è arrivato in un secondo momento, in Smart: per sfuggire agli sguardi indiscreti dei gossippari più curiosi, l’ex calciatore si è leggermente coperto con il parasole della macchina.

Ilary è stata accompagnata dagli avvocati Pompilia Rossi e Alessandro Simeone, mentre Francesco Totti solo da Antonio Conte. Recentemente l’avvocato Annamaria Bernardini de Pace, che era riuscita a trovare un accordo per la separazione consensuale, si è fatta indietro. L’accordo sarebbe stato respinto proprio da Francesco Totti. “È venuto meno l’obiettivo del mio mandato. Nessun accordo è stato raggiunto, ad oggi, tra le parti nella separazione, e quindi il riferimento a presunti rifiuti di Totti, o di terzi a lui vicini, è del tutto destituito di ogni fondamento. Non c’è altro da aggiungere” ha spiegato Conte.