Francesco Zampaglione arrestato: in manette il fratello di Federico

Francesco Zampaglione

Francesco Zampaglione ha tentato di rapinare una banca ma non ci è riuscito. Il fratello del ben più famoso Federico si è messo nei guai con la giustizia per un episodio che ha dell’incredibile. Attualmente il rapinatore è trattenuto dalle forze dell’ordine nel carcere di Regina Coeli.

Francesco Zampaglione: poco talento per le rapine

Se non fosse stato il fratello del leader dei Tiromancino, il rapinatore che ha tentato di rapinare una banca di Roma probabilmente non sarebbe nemmeno finito sulle pagine dei giornali. Invece, ad attirare l’attenzione dei media su un episodio al limite del ridicolo è proprio il cognome del rapinatore in erba.

Il fratello di Federico Zampaglione ha deciso di entrare in una banca sulla Cicumvallazione Gianicolese in pieno giorno, a volto scoperto e armato di una pistola giocattolo. L’uomo, 49 anni, ha intimato ai dipendenti della filiale di consegnargli parte degli incassi della giornata minacciando i presenti con la pistola.

Nel giusto timore che l’arma fosse vera e per non mettere a rischio la vita dei presenti, i dipendenti della banca hanno consegnato al rapinatore una certa somma di denaro. Una volta raggiunto il suo obiettivo Zampaglione è uscito dalla filiale.

Un cliente della banca presente in filiale al momento della rapina, ha deciso coraggiosamente di inseguire il malvivente e, mentre lo pedinava a debita distanza, ha trovato anche il sangue freddo di chiamare la polizia.

Un inutile cambio di maglietta

Francesco Zampaglione aveva stabilito che le due del pomeriggio fossero l’orario migliore per rapinare la filiale di un istituto bancario. Senza preoccuparsi del fatto che in pieno giorno le telecamere di sicurezza lo avrebbero inquadrato perfettamente, non ha nemmeno pensato di coprire il volto con un passamontagna o semplicemente un fazzoletto.

L’uomo che stava inseguendo il rapinatore ha riferito alla polizia che Zampaglione si è fermato per cambiare la maglietta, liberandosi di quella con cui aveva rapinato la banca: l’unico accorgimento mirato a depistare le eventuali indagini.

L’arresto senza resistenza

Gli agenti di Polizia, arrivati sul posto a seguito della segnalazione del pedinatore amatoriale, sono riusciti a fermare il rapinatore in Via di Monte Verde, dove l’uomo è stato fermato ed è stato caricato su una voltante senza che tentasse nemmeno di opporre resistenza.

Successivamente, una volta registrate le generalità del rapinatore, è stato reso noto che si trattava del fratello del frontman dei Tiromancino. Tra le altre cose Francesco Zampaglione aveva fatto parte della band per diverso tempo, decidendo poi di abbandonare il gruppo nel bel mezzo di un tour a causa dei continui contrasti con il fratello Federico.

Dal momento in cui Francesco Zampaglione lasciò definitivamente i Tiromancino annunciandolo con un post sui social sono passati quattro anni. Da allora non si è più saputo molto del fratello di Federico, ma è evidente che l’uomo si trovasse in serie difficoltà economiche e che probabilmente non fosse completamente lucido nel periodo in cui ha progettato il colpo perché, altrimenti, si sarebbe reso conto che il piano che aveva messo a punto faceva letteralmente acqua da tutte le parti: anche per fare il rapinatore ci vuole talento.