Francesi condannati a morte in Iraq andrebbero rimpatriati

Mgi

Roma, 28 gen. (askanews) - Gli undici cittadini francesi catturati in Siria e poi condannati a morte per terrorismo in Iraq e gli altri tre - fra cui due donne - condannati all'ergastolo dovrebbero essere rimpatriati: è il parere della Commissione Consultiva nazionale per i Diritti umani francese.

Secondo la Commissione la Francia, pur contraria alla pena di morte, non rispetta i suoi obblighi internazionali riguardo a questa vicenda, in particolare avendo accettato un trasferimento delle persone catturate "senza alcuna base legale" dalla Siria in Iraq.(Segue)