Francia, 3 anni di carcere per l'ex presidente Sarkozy

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Nicolas Sarkozy (AP Foto/Michel Euler)
Nicolas Sarkozy (AP Foto/Michel Euler)

L'ex presidente francese, Nicolas Sarkozy, è stato condannato oggi a 3 anni (2 con la condizionale) per il cosiddetto "caso intercettazioni", che lo vedeva imputato per corruzione e traffico di influenza. Insieme ad altri due imputati, l'avvocato Thierry Herzog e il magistrato Gilbert Azibert, il 66enne Sarkozy era infatti stato accusato da un magistrato che aveva rivelato di aver ricevuto la promessa di vantaggi di carriera in cambio di informazioni coperte da segreto istruttorio sull'ex presidente della Repubblica. 

VIDEO - Sarkozy si difende: "Vivo l'inferno della calunnia"

Come riportano i media francesi, l'accusa aveva in realtà chiesto per Sarkozy 4 anni di carcere, di cui 2 con la condizionale, ma il giudice ha optato per una condanna più "soft". I legali dell'ex presidente, che peraltro stanno aspettando anche le sentenze di altri due processi a suo carico, hanno già anticipato che potrebbero fare ricorso in appello. Intanto, se l'anno di carcere da scontare venisse confermato, l'ex presidente potrebbe trascorrerlo in regime di semilibertà o eseguendo lavori socialmente utili.

VIDEO - Chi è Carla Bruni?