Francia, aggressore moschea voleva vendicare distruzione Notre Dame

Mos

Roma, 29 ott. (askanews) - L'uomo che ha ferito gravemente due persone davanti alla moschea di Bayonne voleva "vendicare la distruzione della cattedrale di Parigi", che nella sua testa attribuisce ai musulmani. L'ha detto il procuratore della repubblica francese Marc Mariée, secondo quanto riferisce Le Figaro.

"L'insieme della sua audizione ci fa interrogare sul suo stato di salute psichica, per cui attualmente è davanto a uno psichiatra in modo da chiarire la sua responsabilità penale", ha detto il magistrato. La procura nazionale antiterrorismo francese, dal canto suo, è in attesa di capire se dovrà o meno procedere sul caso.

Claude Sinké, un ex militante 84enne del partito di estrema destra Front National, ieri ha dapprima tentato d'incendiare la porta della moschea e, poi, ha sparato su due anziani fedeli con una pistola, ferendoli uno al torace e l'altro in maniera più leggera. I due sono stati ricoverati in ospedale.