Francia, al bando le stufe da esterno per caffè e ristoranti

Bea
·1 minuto per la lettura

Roma, 28 lug. (askanews) - Il governo francese ha annunciato, nell'ambito di un pacchetto di misure ambientali, la messa al bando delle stufe che riscaldano d'inverno i dehors di caffè, bar e ristoranti. La ministra dell'Ambiente Barbara Pompili ha detto che il riscaldamento da esterni "è un'aberrazione ecologica". Il divieto entrera in vigore solo dopo il prossimo inverno per gli esercizi già duramente colpiti dal Covid-19. Tra le misure varate anche l'obbligo per i locali riscaldati o climatizzati aperti al pubblico di tenere le porte chiuse per non sprecare energia. Pompili ha detto che è sbagliato che i negozi "climatizzino la strada" d'estate tenendo le porte aperte solo per evitare ai clienti la fatica di aprirle. "Allo stesso modo non ci dovrebbero essere dehors riscaldati d'inverno così che i clienti possano stare al caldo bevendo il loro caffè" ha aggiunto. Secondo un'associazione di categoria, il 75% degli esercizi pubblici nella regione di Parigi ha uno spazio esterno riscaldato.