Francia, al via quote su migranti, premier: riprendiamo controllo

Bea

Roma, 6 nov. (askanews) - La Francia imporrà un sistema a quote per gli ingressi di lavoratori dai Paesi extra Ue, con l'obiettivo di affrontare le preoccupazioni su immigrazione, asilo e integrazione. "Vogliamo riprendere il controllo della nostra politica migratoria" ha detto il premier Edouard Philippe. Segnalando che il governo francese ha sposato una linea più dura sull'immigrazione, il premier ha detto che la Francia non è un'isola, e che riprendere il controllo significa che quando Parigi dice sì è sì e se dice no è davvero no. Philippe non a criticato apertamente le norme Ue sull'asilo, ma ha detto che l'immigrazione, insieme all'ambiente, deve essere una priorità delle istituzioni Ue e che la chiave è la "sovranità".

"Riprendere il controllo della politica migratoria significa lottare contro gli abusi del diritto di asilo, contro l'immigrazione irregolare. Il nostro Paese farà la sua parte così che l'Europa possa ricostruire" ha detto. Philippe ha usato un linguaggio che riecheggia gli slogan della campagna a favore della Brexit in Gran Bretagna prima del referendum del 2016. Il premier ha detto anche che il governo francese ha trovato il giusto equilibrio tra "diritti e doveri" senza cedere al populismo.

Il governo del presidente Emmanuel Macron è considerato centrista e le misure sull'immigrazione non hanno trovato d'accordo tutti i suoi membri. Stamani la ministra della Giustizia Nicole Belloubet ha detto alla radio che non ha "mai ritenuto le quote una risposta". (Segue)