Francia: arrestati sette ex terroristi italiani

·1 minuto per la lettura
featured 1304644
featured 1304644

Parigi, 28 apr. (askanews) – Sette terroristi rossi, condannati in Italia per atti di terrorismo commessi negli anni ’70 e ’80, sono stati arrestati in Francia su richiesta dell’Italia: lo ha annunciato l’Eliseo, spiegando che altri tre sono ricercati.

I sette terroristi arrestati nell’ambito dell’operazione “Ombre Rosse”, sono i brigatisti Giovanni Alimonti, Enzo Calvitti, Roberta Cappelli, Marina Petrella e Sergio Tornaghi, il leader di Lotta Continua Giorgio Pietrostefani e Narciso Manenti, dei Nucelei armati contropotere territoriale. Sono in attesa di essere presentati al giudice di Parigi entro 48 ore per la comunicazione della richiesta di estradizione da parte dell’Italia.

La decisione di trasmettere alla Procura della Repubblica questi dieci nomi, su 200 persone che l’Italia reclama da anni alla Francia, è stata presa da Emmanuel Macron ed “è strettamente in linea con la dottrina Mitterrand” di concedere asilo agli ex- brigadisti tranne che per crimini di sangue, ha riferito l’Eliseo. Ma di fatto la decisione odierna cambia decisamente scenario, la la dottrina Mitterand, applicata per casi come quello di Cesare Battisti, sembra essere stata definitivamente accantonata.