Francia, attentatore di Orly sotto l’effetto di alcool e droghe

Ziyed Ben Belgacem, l’uomo di origini tunisine ucciso nell’aereoporto parigino di Orly dopo aver cercato di rubare l’arma ad un agente di pattuglia, era sotto l’effetto di alcool e stupefacenti. Questi i risultati dell’autopsia ordinata dalla magistratura francese a capo delle indagini. Prima di dirigersi verso Orly e dopo aver sparato ad un agente ad un posto di blocco, l’aggressore si era sfogato con il padre.

Attaque à Orly : Ziyed Ben Belgacem, la vie ratée d’un voyou https://t.co/yKaKHtdtFm— Le Parisien (@le_Parisien) 19 mars 2017

Quest’ultimo che si era consegnato spontaneamente alle forze dell’ordine, per poi essere rilasciato dopo qulalche ora, in un’intervista ad Europe 1, ha spiegato che suo figlio non era un terrorista. La colpa di quanto accaduto, ha detto l’uomo, é da attribuirsi agli effetti delle droghe e dell’alcool.

#Orly “Je suis atterrée” Les témoignages de l’ancienne avocate et du père de Zyed Ben Belgacem #E1Matin pic.twitter.com/JKEIoDPVAQ— Europe 1 (@Europe1) 20 mars 2017

Secondo gli investigatori alla ricerca di un movente, Belgacem, pregiudicato per reati minori, potrebbe essersi radicalizzato in prigione. Nel suo appartamento sono stati trovati alcuni grammi di cocaina e due machete.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità