Francia, battaglia a Le Monde tra giornalisti e azionista Kretinsky -4-

Bea

Roma, 13 set. (askanews) - Dopo quasi un anno di negoziati, il "polo dell'indipendenza" a inizio settembre ha presentato a Niel, Pigasse e Kretinsky un accordo che prevede il diritto del gruppo di respingere qualunque azionista di controllo ritenuto inadeguato e il diritto di approvare le condizioni finanziarie di qualsiasi acquisizione.

Se in linea di principio Kretinsky non è contrario a un accordo e avrebbe voluto continuare a negoziare, non era disposto ad accettare alcune delle condizioni contenute nella proposta. Secondo la fonte vicina all'imprenditore ceco, che all'inizio di questo mese è diventato il secondo azionista della catena distributiva francese Casino, ha dichiarato che la sua proposta di creare un elenco di criteri in base ai quali valutare i potenziali nuovi azionisti è stata respinta. Ha aggiunto: "Vogliono essere in grado di comprare al quota di Kretinsky quando vogliono e al prezzo deciso da loro".(Segue)