Francia, bimba di origini italiane morta avvelenata

Francia, bimba di origini italiane morta avvelenata
Francia, bimba di origini italiane morta avvelenata

Orrore in Francia. Una bambina di 11 mesi di origini italiane è morta avvelenata in un asilo nido di Lione. La piccola sarebbe stata uccisa da una puericultrice ausiliaria di 27 anni che è stata arrestata e incriminata per "omicidio intenzionale di un minore di 15 anni". La dipendente della struttura - spiegano gli inquirenti francesi - avrebbe cosparso la bambina sostanza caustica utilizzata per sturare i lavandini, quindi gliel'avrebbe fatta ingerire.

LEGGI ANCHE: Texas, la scuola della sparatoria di Uvalde sarà demolita

"Esasperata dal pianto della bambina - spiegano gli inquirenti francesi - prima l'ha cosparsa e poi le ha fatto ingerire un prodotto caustico".

GUARDA ANCHE: Meghan Markle, visita a sorpresa al memorial per le vittime della strage in Texas

Il padre della piccola, che avrebbe compiuto un anno giovedì prossimo, si chiama Fabio Bertuletti. Ingegnere di 37 anni di Torre Boldone (Bergamo), vive da anni a Lione assieme alla moglie francese.

I vigili del fuoco sono intervenuti intorno alle 8 di mercoledì presso lasilo nido che è situato nel terzo arrondissement della città francese. La bambina, trovata priva di sensi, è stata trasportato al Woman Mother Child Hospital (HFME) di Bron (Rodano) dove è morta nonostante i tentativi di rianimazione.

I funerali della bambina si terranno a Lione il prossimo 29 giugno, il giorno prima del suo compleanno.

GUARDA ANCHE: Gli agenti segreti hanno avvelenato Navalny?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli