Francia, domenica si vota, Macron teme maggioranza ristretta

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 8 giu. (askanews) - Domenica il Francia è previsto il primo turno delle elezioni legislative e i segnali che vengono dai sondaggi come dalla parte di voto già svolta (quello dei francesi all'estero, e nei territori d'oltremare di Polinesia) non sono completamente rassicuranti per il presidente Macron e il suo partito. L'inedita allenza di sinistra guidata da Jean-Luc Mélenchon è in forte ascesa e nel campo 'macronista' l'ipotesi di una maggioranza ristretta si fa più concreta mentre alcuni analisti non escludono neppure la possibilità di una "coabitation" tra il presidente e lo stesso Mélenchon.

Il giorno dopo la rielezione all'Eliseo di Emmanuel Macron alla fine di aprile, i suoi immaginavano le elezioni legislative come una formalità. Ma a pochu giorni dal primo turno dello scrutinio - il secondo è in calendario per il 19 giugno - i più stretti collaboratori del presidente francese restano fiduciosi ma senza essere, però, certi di conquistare la maggioranza assoluta (fissata a 289 deputati). Con il graduale calo registrato dal campo presidenziale nelle urne, gli "uomini" del presidente transalpino hanno abbassato l'asticella delle loro ambizioni, temendo ora una maggioranza ristretta. Anche una sconfitta, scrive Le Monde, ipotesi impensabile diverse settimane fa, ma ormai considerata "non impossibile" all'Eliseo.

All'epoca della sua prima vittoria, il presidente Macron aveva ottenuto una nettissima maggioranza, con 313 deputati Lrem e 47 MoDem. Oggi, l'offensiva guidata da Jean-Luc Mélenchon alla guida della Nuova Unione Popolare, Ecologica e Sociale (Nupes), con l'obiettivo di imporre la coabitazione a Macron, ha cambiato la situazione.

Lo si è visto dai risultati del primo turno delle elezioni legislative, tra i francesi residenti all'estero. Se i candidati macronisti sono risultati in maggioranza in testa - ad eccezione dell'ex premier socialista Manuel Valls - l'alleanza di sinistra ha fatto una svolta, qualificandosi per il secondo turno in dieci circoscrizioni su undici. Dimostrazione che è il nemico da battere.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli