Francia, Le Maire: aumenti luce e gas saranno ‘contenuti’ in 2023

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 27 ago. (askanews) - Venerdì scorso i prezzi all'ingrosso dell'elettricità per il 2023 hanno battuto un record per la Francia raggiungendo oltre 1.000 euro per megawattora (MWh), contro circa 85 euro di un anno fa. Anche i prezzi del gas si stanno muovendo verso record storici.

In che misura tali vertiginosi aumenti influiranno sulle famiglie francesi? Il ministro dell'Economia, Bruno Le Maire, ha assicurato oggi che l'aumento dei prezzi di luce e gas per i consumatori sarà "contenuto" nel 2023. Lo riporta il quotidiano Le Monde.

"Il tetto del 4% [della tariffa elettrica regolata] sarà mantenuto fino alla fine del 2022, non ci sarà alcun recupero su questo cap nel 2023", ha dichiarato il ministro a margine del congresso dei dirigenti della maggioranza a Metz, aggiungendo che "gli incrementi di cui hanno parlato il Presidente della Repubblica e il Presidente del Consiglio saranno incrementi contenuti". Il ministro ha precisato che lo stesso principio si applicherà per il prezzo del gas, senza fornire ulteriori dettagli.

Il tentativo di rassicurare i consumatori giunge all'indomani di un nuovo record dei prezzi all'ingrosso dell'elettricità per il 2023 che hanno battuto un record per la Francia raggiungendo oltre 1.000 euro per megawattora (MWh), contro circa 85 euro di un anno fa. I prezzi del gas si sono avviati anch'essi questa settimana su livelli record storici, mai più visti dall'inizio dell'invasione russa in Ucraina, ovvero oltre 300 euro per MWh.

"Per le famiglie più modeste ci saranno controlli energetici che aiuteranno chi è più in difficoltà a pagare la bolletta energetica", ha insistito Bruno Le Maire. "Non vogliamo che l'inflazione si traduca in brutalità economica per le famiglie francesi", ha affermato il ministro, che auspica che gli effetti dell'inflazione sulla popolazione siano "attenuati nel tempo".

Per le aziende Bruno Le Maire ha affermato di voler semplificare l'accesso a un fondo di 3 miliardi di euro per chi ha difficoltà a pagare la bolletta della luce. Ricorda inoltre che 1,5 milioni di PMI hanno beneficiato della tariffa elettrica regolamentata e che altre hanno beneficiato di tariffe preferenziali.

Il governo inoltre "semplificherà nei prossimi giorni questi criteri di accesso allo sportello unico affinché qualsiasi azienda attualmente in difficoltà a causa dell'esplosione della bolletta elettrica e non tutelata da tariffe regolamentate, possa accedervi più facilmente". sussidi", ha promesso il ministro. Interrogato sul costo per lo Stato di questi aiuti e sul tetto massimo dei prezzi dell'energia, Bruno Le Maire ha assicurato che "tutte le previsioni di bilancio sono state fatte integrando il fortissimo aumento dei prezzi dell'elettricità e del gas. Non siamo stati presi alla sprovvista".