Francia, Macron vuole stretta sui migranti, Le Pen: non gli credo

Coa

Roma, 17 set. (askanews) - "Non ci credo. Non farà nulla". Poche parole per liquidare come chiacchiere la stretta sui migranti invocata ieri sera dal presidente francese Emmanuel Macron, in un discorso davanti a circa 200 parlamentari e membri della sua maggioranza. Marine Le Pen, leader dell'estrema destra di Rassemblement national, non si fida del capo dello Stato: "è in campagna elettorale per le presidenziali", commenta, facendo riferimento alle parole di Macron che ha chiesto ai suoi di guardare "in faccia" al tema dell'immigrazione, abbandonando i panni del "partito borghese".

L'inquilino dell'Eliseo ha spiegato ieri che quello dell'immigrazione è un problema che ba affrontato con "maturità" e con "calma". Il presidente e fondatore di En Marche, rivolgendosi agli esponenti dle suo partito, ha detto che oggi "la questione è sapere se vogliamo essere un partito borghese o meno". "I borghesi non hanno problemi di migranti: non li incontrano vicino casa...", ha aggiunto, ricordando invece che "le classi popolari vivono insieme ad essi".(Segue)