Francia, a Rennes messe al bando le terrasses riscaldate

Rennes, 27 dic. (askanews) - A Rennes si chiude l'epoca delle terrasse riscaldate. Il municipio della cittadina francese ha infatti messo al bando i funghi riscaldanti. Una scelta in linea con una legge sul fumo e per questioni ecologiche di produzione di anidride carbonica. Per il dispiacere dei fumatori che già erano stati estromessi dagli interni, dal primo gennaio del 2020 gli esterni dei cafè della città bretone non saranno riscaldati dalle stufe a gas.

Sulla decisione del sindaco gli abitanti di Rennes sono divisi. "Gli esercizi commerciali si erano già adattati alla legge Evin e al divieto di fumare all'interno dei locali. Aveva creato scalpore. La fine delle terrazze riscaldate dovrebbe favorire nuovi comportamenti. Le famiglie potranno godersi dei momenti piacevoli nei cafè", ha spiegato il vice sindaco di Rennes Marc Hervé.

Lou, che lavora al cafe Le Pignom, non vede di buon occhio questa novità: "Il bando dei funghi comprometterà molte cose. Verrà meno gente e ci sarà troppo personale rispetto al numero di clienti", ha spiegato. "La chiusura delle terrasse non mi disturba più di tanto. Vorrà dire che chi ha freddo resterà all'interno e chi vorrà fumare una sigaretta si metterà un giaccone", ha spiegato Jeremy. "Non è una brutta scelta, se si tratta di una questione ecologica", ha detto Eva. "Prima il divieto di fumare nei locali, adesso le terrazze senza riscaldamento. Presto saremo costretti a fumare e a bere la birra sotto la pioggia", ha concluso Sehila.