Francia ritiene "inaccettabile" divieto Italia di accogliere nave Ong con migranti

Un uomo in piedi mentre dei migranti riposano sul ponte della nave Ong "Ocean Viking", nel Mar Mediterraneo

ROMA/PARIGI (Reuters) - La Francia ha criticato il rifiuto dell'Italia di far attraccare nei propri porti la nave Ocean Viking con a bordo oltre 200 migranti, in una disputa tra i due Paesi sul luogo di approdo.

La Ocean Viking, battente bandiera norvegese ma gestita dalla Ong francese Sos Mediterranee, è rimasta in mare per più di due settimane dal primo salvataggio nel Mediterraneo centrale, e ieri ha detto che si sarebbe diretta in Francia, sperando di trovare accoglienza, dopo il rifiuto italiano.

Sempre ieri, la presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha espresso "apprezzamento" per quella che ha definito "la decisione della Francia" di condividere la responsabilità nei confronti dei migranti aprendo i propri porti.

Parigi, tuttavia, ha detto che non è ancora stata presa alcuna decisione in tal senso, esortando piuttosto l'Italia ad accogliere l'imbarcazione.

"L'imbarcazione si trova attualmente nelle acque territoriali italiane. Le regole europee sono molto chiare... questa nave è destinata ad essere accolta in Italia", ha detto in mattinata il portavoce del governo Olivier Veran a radio Franceinfo, definendo il comportamento dell'Italia è "inaccettabile".

Secondo Meloni, invece, l'Italia ha ragione a rifiutare l'attracco della nave. "Il governo italiano sta rispettando tutte le convenzioni internazionali", ha detto la premier ai deputati di Fratelli d'Italia secondo quanto riferito da un portavoce. La posizione italiana è giustificata dal fatto che "non si tratta di naufraghi ma di migranti", ha spiegato ancora Meloni.

Una fonte di Sos Mediterranee ha detto che la nave ha in programma di raggiungere la Corsica giovedì e, nel caso in cui lo sbarco fosse negato, è pronta a dirigersi a Marsiglia.

Le autorità locali sia in Corsica che a Marsiglia si sono dette disposte ad accogliere l'imbarcazione, ma questo richiederebbe anche il via libera delle autorità nazionali. Non è quindi ancora chiaro dove la nave approderà.

"Potrebbe ancora accadere in Italia, dato che la nave passerà per la Sardegna nel suo viaggio verso la Francia", ha detto a Bfm Tv Sophie Beau, direttrice generale di Sos Mediterranee.

Negli ultimi giorni, quattro navi gestite da Ong che trasportavano circa 1.000 migranti sono rimaste bloccate al largo dell'Italia, con il governo che ha esortato Germania e Norvegia a farsene carico perché le imbarcazioni battono bandiera dei due Paesi.

Due navi hanno avuto il permesso di attraccare ieri a Catania, dopo che il governo aveva inizialmente permesso di sbarcare solo a chi ritenuto vulnerabile. Una terza barca più piccola è stata autorizzata ad attraccare nel porto di Reggio Calabria.

Meloni ha criticato la decisione delle autorità sanitarie di far sbarcare tutti i migranti, definendola "bizzarra".

L'Italia ha visto un forte aumento degli sbarchi di migranti quest'anno, con quasi 88.700 persone arrivate finora, rispetto alle 56.500 dello stesso periodo dell'anno scorso. Solo il 15% circa è stato trasportato da navi Ong.

(Angelo Amante, Elizabeth Pineau, tradotto da Chiara Bontacchio, editing Francesca Piscioneri)