Francia, sciopero generale e trasporti a singhiozzo ma non è paralisi

Disagi sulle linee della metropolitana a Parigi per lo sciopero dei sindacati della RATP, ma la mobilitazione non ha bloccato la capitale. Si registrano problemi di traffico su tutte le linee, che fanno servizio soltanto nelle ore di punta, mentre quelle automatizzate, la 1 e la 14, funzionano normalmente.

Con molti parigini che hanno anticipato di 24 ore la partenza per il ponte di fine settimana (l'11 è la giornata festiva per la ricorrenza dell'Armistizio che mise fine alla Grande Guerra) la situazione appare comunque quasi normale.

L'agitazione è stata indetta per miglioramenti salariali e delle condizioni di lavoro e contro la riforma delle pensioni. Per quanto riguarda la situazione dei treni e di altrisettori, lo sciopero - indetto dal solo sindacato CGT - non crea particolari disagi.

Varie manifestazioni sono previste in Francia con un corteo organizzato nel centro di Parigi.

"L'obiettivo di zero metro zero RER, sembra essere quasi raggiunto questo giovedì - dice Anelise Borges, Euronews - a Parigi, dove molte stazioni sono chiuse al pubblico, gran parte del traffico è assicurato solo nelle ore di punta. Si tratta di un movimento che è appena iniziato, secondo molti sindacati che affermano che questa mobilitazione sociale è destinata ad espandersi nelle prossime settimane e mesi, soprattutto se le richieste dei lavoratori non verranno ascoltate. I lavoratori scendono in piazza a Parigi e in altre grandi città francesi per chiedere migliori salari, migliori condizioni di lavoro e per aumentare la pressione sull'amministrazione di Emmanuel Macron, in particolare per quanto riguarda la riforma del sistema pensionistico. Sono già stati annunciati altri possibili scioperi, tra cui uno sciopero illimitato per quanto riguarda la RATP, dalla prossima settimana".