Francia, vengono invitati a cena dai vicini ma trovano i loro cadaveri che galleggiano in piscina

vengono invitati cena vicini
vengono invitati cena vicini

Francia, vengono invitati a cena dai vicini ma trovano i loro cadaveri che galleggiano in piscina: le forze dell’ordine stanno indagando sulle cause del decesso.

Francia, vengono invitati a cena dai vicini ma trovano i loro cadaveri che galleggiano in piscina

Erano stati invitati a cena dai vicini ma, presentandosi all’appuntamento all’orario concordato, gli si è mostrata dinanzi una scena terribile. Hanno trovato, infatti, i corpi senza vita degli amici che galleggiavano in piscina.

La drammatica circostanza si è verificata nella serata di sabato 30 luglio presso un’abitazione situata nella cittadina di Gignac, nel dipartimento dell’Hérault, nella regione francese dell’Occitani, a ovest di Montpellier.

Le due vittime sono state identificate come una coppia di pensionati britannici, entrambi 80enni, che si erano recati in vacanza in Francia meridionale.

Le indagini

Nel momento in cui gli amici delle due vittime hanno avvistato i due corpi, hanno prontamente contattato le forze dell’ordine. Nonostante il tempestivo intervento dei soccorritori, tuttavia, la coppia di 80enni è stata rinvenuta già prima di vita e le vittime sono state dichiarate morte sul posto.

Sull’accaduto, stanno indagando le forze militari della gendarmeria dell’Hérault. Intanto, la procura di Montpellier ha richiesto l’autopsia per determinare la causa e l’ora del decesso.

Sulla base dell’esame preliminare condotto sui cadaveri, pare che non vi siano segni di violenza. Pertanto, prevale l’ipotesi dell’incidente.

I giornali francesi, in particolare, citando una fonte vicina all’inchiesta, hanno scritto: “Non è escluso che uno dei coniugi che ha assistito all’annegamento dell’altro sia andato in suo aiuto e che sia annegato a sua volta”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli