Franco Battiato come sta il maestro? Le parole di Juri Camisasca

franco battiato juri camisasca

Da quasi cinquant’anni Juri Camisasca è la persona più a stretto contatto con Franco Battiato. I due si sono conosciuti appena maggiorenni durante il servizio militare a Udine. Da allora non si sono più lasciati, diventando compagni e complici di vita spirituale e musicale. Sono talmente affini che hanno deciso di vivere anche nella stessa zona della Sicilia. Durante un intervista Juri Camisasca svela le reali condizioni di salute di Franco Battiato, in vista anche del nuovo disco dell’artista con l’inedito Torneremo Ancora, brano scritto dai due.

Franco Battiato come sta?

“Non abbiamo mai litigato” dice Juri, “ci siamo sempre rispettati anche nella diversità d’idee. Ciascuno di noi ha la propria esistenza in questa vita nell’Universo”. L’autore poi ammette che leggere alcune cose scritte in questi giorni è stato proprio doloroso anche se Battiato “è ben protetto da certe cattiverie”. L’eco di certe parole però può arrivare lo stesso e fa male.

Mi ha fatto vomitare leggere che qualcuno ha detto che teniamo in vita una cosa morta. Un po’ di rispetto e dignità, verso sé stessi e gli altri. Franco sta bene, ha avuto due brutti incidenti, vuole stare in pace e in questo momento non ha voglia di scrivere altra musica

Riguardo alle condizioni di salute del suo amico e compagno di lavoro, Camisasca ci tiene a precisare come al momento, Battiato sia stanco e senta il bisogno di staccare per un po’.

Su questa cosa c’è tanto allarmismo, ma Franco sta bene, fisicamente sta meglio di me. Ha avuto un paio di incidenti che lo hanno messo con le spalle al muro, due brutte cadute. So che corrono tante voci, ma sono fantasie di mitomani, gente che millanta conoscenze o amicizie che in realtà non esistono

Ma conoscendo la creatività e il talento di Battiato, in futuro, non si può escludere un suo ritorno.