Frane ed alluvioni, ingenti danni nel vibonese

webinfo@adnkronos.com

Danni considerevoli sono stati provocati dalla pesante ondata di maltempo che nella notte si è abbattuta sul territorio vibonese. Tre frane si sono verificate sui territori di Maierato, Francavilla Angitola e Pizzo. Una vera e propria tempesta di fango dalla collina si è riversata a valle e ha invaso anche lo stabilimento di Pippo Callipo, dove oltre mezzo metro di detriti hanno coperto auto e terreni. Situazione simile anche sulla statale 18 di Pizzo Calabro, all’altezza del ristorante Mocambo dove la strada si è trasformata in un torrente. 

Disagi su via Nazionale a Pizzo. Si contano ovunque, lungo questo versante della provincia, rami di alberi e tronchi spezzati lungo la strada. Problemi sono stati segnalati in Viale Affaccio a Vibo Valentia ed a Vibo Marina e Bivona per via di una serie di allagamenti. Sul posto sono intervenuti i carabinieri delle stazioni di Mileto, Cessaniti, San Costantino, San Gregorio, Maierato, Pizzo, Filadelfia, due equipaggi della Radiomobile della Compagnia di Vibo Valentia ed i Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia che hanno provveduto alle operazioni di soccorso e di messa in sicurezza delle strade alluvionate. La situazione è al momento sotto controllo sebbene la quantità di pioggia caduta metta ancora a serio rischio l’area investita dalla pesante ondata di maltempo.