Franzen presenta Crossroads e sostiene le librerie indipendenti

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 20 ago. (askanews) - Jonathan Franzen è, in un modo sicuramente personale e probabilmente anche discutibile, uno scrittore che crede molto in se stesso e, al tempo stesso, una figura coerente come non molte altre nel panorama culturale globale. I suo messaggi, negli anni, sono andati spesso in controtendenza rispetto al mainstream (dai social network alle serie tv, per citare alcuni hot topic), il che ha alimentato il mito dell'intellettuale burbero, piuttosto solitario e non esattamente simpatico. Forse addiritura austero (ma su questo sussistono fondate perplessità). Come tutte le mitologie anche questa, si può legittimamente sospettare, potrebbe essere in parte costruita proprio dallo stesso Franzen, maestro della narrazione e quindi, perché no, anche dell'auto-narrazione a uso pubblico. Come è giusto che sia.

Però, come si diceva sopra, la coerenza tra discorsi e azioni è una qualità che, mitologie o no, si applica spesso al buon Jonathan che, in vista dell'uscita del sui nuovo romanzo, "Crossroads", primo tassello di una annunciata trilogia molto americana, ha scelto di sostenere in modo originale le librerie indipendenti. Realtà commerciali che, negli Stati Uniti come in Europa e in Italia, stanno sempre più scomparendo, strette in una morsa fatta dalla concorrenza di Amazon, delle grandi catene e della progressiva scomparsa, a livello proprio culturale, degli acquisti di prossimità (al netto della pandemia e dei vari lockdown che, tra tanti problemi, hanno però portato anche la riscoperta del vicinato, da capire quanto duratura, ma ci sono segnali che vanno in questo senso, anche nelle strategie dei colossi).

Sta di fatto che in vista del tour autunnale di presentazione di "Crossroads", che si terrà "necessariamente" in formato virtuale, Franzen ha scelto di rendere disponibili i biglietti per seguire gli eventi online solo a chi acquisterà il romanzo in una serie di librerie indipendenti selezionate attraverso gli Stati Uniti. Il tutto all'insegna dello slogan, rilanciato anche dalle pagine social dello scrittore: "Support your local store!". Anche questo è puro Franzen: il leggendario scrittore antipatico e coerente (e pure con la giusta dose di radical-chic, aggettivo che una certa vulgata ha ammantato di connotati negativi, non tutti veritieri). E anche profondamente americano.

(Leonardo Merlini)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli