Fratelli belgi morti in hotel, indagato farmacista

webinfo@adnkronos.com

Farmacista indagato per la morte dei due fratelli belgi. Avrebbe venduto sabato scorso due confezioni di un analgesico a base di oppioidi a Dries e Robbe De Ceuster, 19 e 27 anni, trovati senza vita dal padre domenica pomeriggio nella loro camera d'albergo a Firenze.  

A spingere gli investigatori della Mobile a indagare sul farmacista, che da quanto si apprende sarebbe un giovane neolaureato, è stato il ritrovamento nella camera dei due fratelli di due confezioni da 28 pasticche ciascuna di analgesico a base di ossicodone, un oppioide dagli effetti paragonabili a quelli della morfina: una delle scatole era completamente vuota, mentre dall'altra mancavano 14 pasticche.  

Tra sabato e domenica i due giovani avrebbero quindi consumato 42 dosi, oltre ad aver bevuto alcol. Secondo l'ipotesi dell'accusa, il farmacista indagato avrebbe venduto a uno dei due belgi le confezioni senza prescrizione medica, perché il ragazzo insisteva sostenendo di provare un forte dolore a un braccio operato di recente. Il farmacista è così finito sul registro degli indagati con l'ipotesi di omicidio colposo nell'ambito dell'inchiesta condotta dal pm Giacomo Pestelli.