Fratelli morti in casa a Padova: uno di inedia, l’altro di infarto

carabinieri

Due fratelli, entrambi ultra settantenni, sono stati trovati morti insieme. La sera di venerdì 11 ottobre 2019 i loro corpi senza vita sono stati rivenuti in una casa del centro in Riviera Paleocapa a due passi dalle Piazze e dal centro a Padova. Secondo quanto è stato riferito dall’Ansa, uno dei due avrebbe avuto un infarto, e sarebbe morto sul colpo. L’altro fratello, che era disabile e infermo, è morto per inedia.

Il ritrovamento dei cadaveri

I cadaveri di due fratelli sono stati trovati l’11 ottobre 2019 nella casa dove vivevano insieme. Si tratta di un appartamento all’ultimo piano di un palazzo in Riviera Paleocapa non molto lontano dalle Piazze e dal centro storico di Padova. Entrambi erano malati da tempo e secondo le prime indagini sarebbero morti per cause naturali. Secondo quanto ha rivelato l’Ansa, il primo, di 71 anni, è deceduto sul colpo per via di un malore, pare un infarto, ed era già affetto da una malattia oncologico. L’altro fratello, di 77 anni, soffriva di una patologia degenerativa ed era disabile. La sua morte si è verificata per inedia, visto che nessuno l’ha potuto assistere. Secondo i loro vicini di casa i due fratelli non erano stati visti fuori dalla casa da tempo. Alcuni parenti, residenti a Bolzano, da giorni non riuscivano a mettersi in contatto con loro e hanno avvertito la polizia. E’ stata considerata l’ipotesi che i due fratelli siano morti a distanza di qualche giorno l’uno dall’altro. Sul posto si sono recati gli investigatori della polizia scientifica per svolgere approfondite indagini sul caso.