Fratoianni: rispetto scelta Renzi ma spazio al centro non esiste

Rea

Roma, 17 set. (askanews) - "Ho molto rispetto, come sempre, per le scelte di ciascuno, abbiamo sempre fatto così anche quando eravamo all'opposizione del governo come sa bene pure Renzi. Quindi massimo rispetto per quello che sta accadendo nel Pd. Io credo però che Renzi abbia fatto questa mossa sulla base di due presupposti, uno corretto e l'altro per me discutibile". Lo afferma Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana-Leu dai microfoni de La7 nel corso di Omnibus.

"Si va verso una riforma del sistema elettorale di carattere proporzionale, e che io penso sia un'ottima cosa, - prosegue il parlamentare di Leu - che non c'entra nulla con 'il fermare Salvini' ma con l'intervenire su una patologia del sistema politico: il maggioritario ha di fatto favorito la frammentazione e ha favorito una politica fondata sulla propaganda all'ennesima potenza. Si è persa la cultura della mediazione e dell'intervenire sul merito delle cose. Renzi si predispone a riorganizzare una parte dell'offerta politica. C'è poi un altro presupposto che considero discutibile che riguarda lo spazio politico. Renzi punta al mitico 'centro', mentre la destra si radicalizza e c'è la crisi strutturale di Forza Italia. Ma io penso che il 'centro' sia sempre di più una figura mitologica, una figura ormai inesistente dal punto di vista sociale. E se poi c'è davvero questo spazio politico al centro, ebbene questo spazio dal punto di vista politico è tendenzialmente occupato in prospettiva da un'altra forza politica e che si chiama M5s. Secondo me non è detto che quello spazio a cui punta Renzi esista".

"Ciò detto, vedremo quello che accadrà - conclude Fratoianni - ma sono convinto che non ci saranno ripercussioni negative per il governo, non solo perchè tendenzialmente credo a quello che gli altri dicono, ma anche perchè è nell'interesse di Renzi che ci sia tempo per costruire una prospettiva".