Fratturano le gambe a neonato per farlo nascere: era in posizione podalica

bimbo posizione podalica

Tragedia in Russia, a Voronezh: una coppia di genitori aveva deciso di partire il figlio in casa e aveva chiamato una coppia di ostetriche. Le due, probabilmente poco qualificate, avevano tirato il bimbo dai piedi per farlo nascere. Purtroppo, però, così facendo hanno fratturato le gambe al neonato che si trovava in posizione podalica. All’arrivo dei medici, chiamati quando la situazione era diventata ormai critica, è stato possibile salvare il bimbo e la mamma, ma non senza conseguenze pesanti.

Russia, neonato in posizione podalica

Una coppia di ostetriche russe ha fratturato le gambe a un neonato nel tentativo di farlo nascere in casa: il piccolo, infatti, si trovava in posizione podalica. I genitori si erano affidati alle ostetriche convinti delle qualifiche che probabilmente non avevano. Nonostante il neo-papà avesse proposto di chiamare aiuto, inoltre, le due si sarebbero rifiutate forse perché in tal caso sarebbero state denunciate.

Dramma quindi a Voronezh: le due presunte ostetriche hanno tirato per i piedi il piccolino per estrarlo dalla pancia della mamma ma gli hanno fratturato le gambe. Nel momento in cui la situazione si era fatta critica, però, le due ostetriche hanno ceduto e hanno chiamato i soccorsi. I medici, fortunatamente, sono intervenuti in casa in tempi rapidissimi permettendo la nascita del piccolo che però ha presentato delle fratture e lesioni gravissime alla gambe. Anche la mamma ha rischiato gravi lesioni che i medici sono riusciti ad arginare. L’episodio è stato riportato sul Daily Mail.