Fridays for Future, Salvini: “Bigiata di massa”

fridays for future salvini

Venerdì 27 settembre si è tenuta la terza giornata di sciopero globale per il clima. L’evento prende ispirazione dalla paladina della battaglia contro il cambiamento climatico, Greta Thunberg, per denunciare l’inerzia dei politici sul tema. Matteo Salvini ha criticato duramente i ragazzi di Fridays for Future, definendo “bizzarro” il fatto che un ministro dell’Istruzione [Lorenzo Fioramonti, ndr] autorizzi una “bigiata di massa“, aggiungendo che così mette in difficoltà le figure scolastiche, come gli insegnanti. Inoltre, ha ribadito la sua contrarietà alla tassazione sulle merendine e sulle bibite gassate.

Salvini sul Fridays for Future

Le parole del Leader della Lega sono state pronunciate a margine della visita al carcere di Ranza a San Gimignano, in provincia di Siena, durante un’indagine della procura di Siena su un presunto pestaggio avvenuto ai danni di un detenuto. Oltre alla propria contrarietà sulle scelte del Ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, Matteo Salvini, a proposito del Fridays for Future, ha ammesso di adorare i giovani che si impegnano a favore del proprio lavoro e del proprio futuro. Lui stesso ha due figli e spera che possano vivere in un paese più pulito. Secondo il suo punto di vista, anche fare la spesa è un atto politico: mangiare italiano, bere italiano e comprare italiano significa inquinare di meno, a detta sua. Ha poi aggiunto di non sapere se il proprio figlio ha preso parte alla manifestazione: “Ha 16 anni, decide con la sua testa”.