Friedkin-Roma, si lavora per chiudere entro il 15 agosto. No allo United per Smalling

Francesco Manno
·1 minuto per la lettura

La Roma ha chiuso il campionato al quinto posto. La stagione dei giallorossi non è terminata. I capitolini saranno impegnati nel match contro il Siviglia per l'Europa League. Fuori dal terreno di gioco si sta disputando un'altra partita, sicuramente non meno importante. Come riporta la redazione di calciomercato.com, i soci di James Pallotta stanno spingendo per una rapida cessione del club. L'acquirente più credibile resta Dan Friedkin. L'imprenditore ha offerto 575 milioni e non intende rivedere al rialzo la sua proposta.


Telluride Film Festival 2019
Telluride Film Festival 2019

Quella di Dan Friedkin sembra l'unica vera proposta presentata a Pallotta. Nelle ultime ore si è diffusa una indiscrezione tramite un tweet dal profilo, non verificato, di Fahad Al-Baker: "Ora posso confermare di aver presentato un’offerta a James Pallotta per l’acquisizione dell’AS Roma, attraverso il mio intermediario Alharit Alateeqi. Stiamo aspettando la risposta di Pallotta". L'offerta arriverebbe dal Kuwait. Lo stesso imprenditore americano ha però smentito: "Non so chi sia questo Al Baker, magari hanno fatto un'offerta a un'altro Pallotta...".


Juventus v AS Roma - Italian Serie A
Juventus v AS Roma - Italian Serie A

Le parti in causa stanno spingendo per chiudere l'affare con Dan Friedkin entro il 15 di agosto e arrivare alla cessione entro fine mese. La vicenda relativa al cambio di proprietà sta avendo delle inevitabili conseguenze anche sul piano sportivo. Dinnanzi alla richiesta del Manchester United di un pagamento per la permanenza di Chris Smalling anche soltanto per la gara con il Siviglia, la dirigenza giallorossa ha detto no. Nessuna operazione verrà definita prima del closing.


Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Roma e della Serie A!