Friedman dà della "escort" a Melania Trump e scoppia la polemica. "Non volevo offendere"

Silvia Renda
·Collaboratrice Social News
·2 minuto per la lettura
(Photo: Rai1/Getty)
(Photo: Rai1/Getty)

“Donald Trump si mette in aereo con la sua escort e vanno in Florida”. A pronunciare la frase nel corso della trasmissione “Unomattina”, su Rai1, è stato il giornalista Alan Friedman, commentando l’addio alla Casa Bianca del presidente e della sua first lady. A nulla è valso il dissociarsi della conduttrice Monica Giandotti: sui social si è scatenata l’indignazione per le parole di Friedman.

“Non è stata assolutamente una cosa voluta. Stavo traducendo dall’inglese, la parola italiana che volevo dire era ‘accompagnatrice’, ed è uscito ‘escort’. Mi sono corretto subito, non c’è da montarci su una questione” si è difeso lui parlando con l’Adnkronos, sostenendo di “non aver voluto offendere nessuno” e cercando così di placare le polemiche: “Era solo una battuta non voluta, l’ho corretto subito e ho detto ‘moglie’. Sui social si divertono, ma qui non c’è nessuna questione da commentare”.

La spiegazione non è piaciuta alle eurodeputate della Lega, che in una nota hanno espresso solidarietà a Melania Trump. Stessi toni per il deputato di
Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi, che in un tweet si chiede “perché l’Ad Salini e il direttore Coletta continuano a non dire nulla?”.

Interpellata dall’Adnkronos, sulla vicenda è intervenuta anche la giornalista Gaia Tortora: ”‘Escort’ vuol dire una cosa ben precisa. Ha dato della ‘puttana’ alla moglie di Trump. Fossi stata io in quello studio avrei reagito con più fermezza. E’ vero che la conduttrice Monica Giandotti ha preso poi le distanze, è stata l’unica, ma io avrei fatto capire meglio al signor Friedman che certe cose non si possono dire in tv. Se cominciassimo...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.